Studio Yoga di Paolo Prunotto Corsi - Formazione Insegnanti - Benessere Olistico - Alba Bra Cuneo Asti Torino
 Studio Yoga di Paolo Prunotto  Corsi - Formazione Insegnanti - Benessere Olistico - Alba Bra Cuneo Asti Torino

  Scuola di formazione Insegnanti Yoga

a cura di Marina Demaria e Paolo Prunotto 

Responsabile didattico: Marina Demaria - Yogaperte 

SEDE: Corso Alfieri 381 Asti 

academyoga2018@gmail.com 

 

TRADITIONAL YOGA ACADEMY

Traditional Yoga Academy nasce dalla passione e dalla necessità di lavorare insieme alla divulgazione e valorizzazione dello Yoga Tradizionale di Marina Demaria e Paolo Prunotto. Insegnanti qualificati, di provata esperienza e fondatori della scuola, si impegnano da oltre vent'anni, a diffondere il loro amore per lo yoga conducendo corsi a livello nazionale e classi settimanali presso i loro rispettivi studi di Asti e Alba.

Traditional Yoga Academy si adopera per mantenere vivi sia il rispetto per la disciplina, sia di conservarne l'essenza, la sacralità delle origini, sia l'autenticità degli insegnamenti tramandati.

Sedi di Formazione Insegnanti Yoga ad Asti e Alba

  

SCUOLA DI FORMAZIONE      CERTIFICATA YOGA ALLIANCE

Formazione e accreditamento del nuovo Standard RYS-250 PLUS che permette una valida e approfondita preparazione per aspiranti insegnanti yoga ed essere in grado al completamento della formazione  di gestire ll’insegnamento dello Yoga nel contesto professionale.

FORMAZIONE CONTINUA

Programmi di post formazione di approfondimento e specializzazione.

250H YOGA TEACHER TRAINING

Nuovo modulo formazione insegnanti

ad Asti e Alba  a partire da marzo 2018

Certificazione Yoga Alliance

Il percorso di formazione proposto ha lo scopo di fornire un bagaglio tecnico e culturale dello Yoga sia come approfondimento della conoscenza dei diversi aspetti di tale disciplina, sia come crescita personale, sia come preparazione all’insegnamento. In tal senso le materie insegnate e le ore di formazione pratica, in accordo con lo standard internazionale di Yoga Alliance, non si limitano soltanto ad una mera conoscenza tecnica e teorica dei fondamenti dello Yoga, ma offrono ampi spunti di riflessione nell’ottica di una propria crescita ed evoluzione personale. L’obiettivo del corso è di formare docenti preparati nei diversi aspetti di questa disciplina tradizionale, con una solida base di conoscenze teoriche, una buona padronanza delle tecniche psicofisiche e una sicura metodologia della didattica. Ogni lezione è composta da sessioni di studio e di sperimentazione pratica delle materie trattate aprendo l’esplorazione ai diversi aspetti e punti di vista delle diverse tradizioni. Ogni allievo verrà seguito nei suoi progressi e guidato nel suo percorso didattico.

Il percorso formativo articolato in 15 we a cadenza mensile si svolgerà presso la sede di Asti, Via Vittorio Enanuele 381

 

Cosa si impara?

Filosofia e cultura dell'India: Significato e origini dello yoga. Cenni storici e conoscenza dei testi fondamentali. Le principali correnti dello yoga. Yoga Sutra. Gli 8 Petali di Patanjali.


Asana: Gli asana, le "posture" dello Yoga, verranno prima di tutto praticati, sperimentati e successivamente studiati e analizzati in modo dettagliato prendendo come punto di partenza i testi tradizionali. Posizione sedute, in piedi, sdraiate, di allungamento anteriore, posteriore, laterale e di torsione, posizioni di equilibrio e capovolte verranno prese in esame dalla preparazione attraverso esercizi introduttivi, all'esecuzione, alle varianti; verrà suggerita una progressione e gli accorgimenti tecnici utili affinchè ogni persona possa fruire dei benefici degli asana, compatibilmente con le diverse esigenze e possibilità individuali.


Bandha: I banda possono essere tradotti come "legame" o "blocco", particolari tecniche che hanno effetti a livello fisiologico e mentale, praticati indipendentemente o associati all'esecuzione degli asana.


Mudra: significa "sigillo" o "gesto". Nello Yoga si tratta di un gesto simbolico fatto con le mani o con il corpo (asana mudra), che produce effetti sottili con una particolare azione sulla mente.


Pranayama: la scienza del respiro. Il termine è l'unione di due parole fortemente significative: "prana", origine e somma di tutte le energie dell'Universo e "ayama", controllare, padroneggiare. Non va dunque considerato un semplice esercizio respiratorio, anche se il punto di partenza per la sua pratica è il miglioramento della respirazione stessa, imperfetta nelle maggior parte delle persone. In questo corso verranno presi in esame il significato e scopi del Pranayama, relazione tra respiro e stati d'animo, relazione con le tecniche purificatorie, i principali pranayama classici.


Anatomia e fisiologia dell'attività motoria: le conoscenze anatomiche e soprattutto fisiologiche degli apparati del corpo umano al fine di essere consapevoli, durante il movimento, del funzionamento del corpo nel suo insieme, dentro e fuori.


Fisiologia sottile: il corpo umano è lo strumento unico e fondamentale per sperimentare fino a livello trascendente il sistema di energie che compongono la realtà e il nostro essere (energia sessuale, fisica, psichica, emozionale, sentimentale, relazionale, percettiva ecc.), perciò una cura ed un unione profonda con il nostro corpo è fondamentale per una crescita umana e spirituale. Cenni generali di fisiologia dello yoga, delle singole posizioni, del sistema nervoso, della meditazione. Le "nadi", i "cakra". Ayurveda: cenni generali sulle costituzioni vata, pitta e kapha. Verranno suggerite pratiche secondo la propria costituzione ayurvedica.


Shatkarman: le tecniche di purificazione del corpo. Dopo un'introduzione generale alle pratiche degli shatkarman, verranno affrontate le tecniche di purificazione con attenzione alla teoria e alla pratica. Pulizia della lingua e denti (dhauli),pulizia delle cavità nasali (jala neti), pulizia della parte addominale (sara-kriya) e cenni(solo teoria) di altre pratiche.


Yoga Nidra e tecniche di rilassamento: Yoga Nidra o "il sonno dello yogi", è uno stato di coscienza in cui mente e corpo non esercitano più la loro interferenza. Questo metodo di origine tantrica, viene proposto secondo le tecniche sviluppate dal Guru Satyananda Saraswati. Verranno inoltre presentate tecniche di rilassamento di corpo e mente e visualizzazioni creative per terminare una pratica di asana.


Mantra: Il termine Mantra nasce dall’unione tra le parole sanscrite “manas” ovvero mente e “trayati” che vuol dire liberare. Il Mantra in sostanza è un suono che permette alla mente di liberarsi dei pensieri. In particolare si tratta di una formula espressa con una o più sillabe, o lettere o frasi, generalmente in sanscrito, che vengono ripetute per un certo numero di volte (Namasmarana) in modo da ottenere uno specifico effetto che si manifesta al livello mentale oltre che fisico ed energetico.


Tecniche di concentrazione:

La radice di questo termine ha un valore particolare nello "Yoga Sūtra dove dṛṣṭuh è lo "spettatore" o il "testimone" che si stabilirà fermamente (avasthanam) nella propria vera natura (svarupa) solo quando lo yoga avrà inibito (nirodha) le fluttuazioni della mente (citta vrtti) (Yoga Sūtra 1.2-3).

Forse anche grazie a questi due versi, nella pratica, alla vista viene dato un valore particolare, di sicuro privilegio rispetto agli altri sensi, che la delega ad essere lo specchio più fedele di mente ed emozioni.

Se lo sguardo è lo specchio della mente rendendo disciplinato l'uno si ottiene lo stesso nell'altra: questa l'idea che fa da base agli esercizi di Dharana (concentrazione) dove lo sguardo può diventare "passivo e rivolto verso l'interno" (dice B.K.S. Iyengar in "Lights on Pranayama") e diventare il puntatore sottile dell'energia in particolari zone del corpo.


Meditazione: é il fine ultimo della pratica dello Yoga, il raggiungimento dello stato di Samadhi nel quale l' "io" non si identifica più nel proprio mentale ma nell'unica coscienza che tutto pervade. Studio e pratica delle principali tecniche meditative, con supporto e senza, da Samatha a Vipassana
Deontologia e didattica dell'insegnamento: la didattica si propone di mettere l'allievo in condizione di fare una sintesi e di integrare i concetti che apprende nelle varie discipline e di farli propri; la capacità di orientarsi tra i vari metodi di insegnamento, come strutturare una lezione di hatha-yoga, come strutturare e condurre una sequenza di asana, professionalità e deontologia dell'insegnante di yoga.

 

Didattica

Il modulo formativo per conseguire la Certificazione RYT 250 PLUS è articolato in 250 ore frontali ripartite in 15  we a cadenza mensile.  

 

• Tecniche e Pratica di Insegnamento: 135  ore
Gli asana verranno prima di tutto praticati, sperimentati e successivamente studiati e analizzati in modo dettagliato prendendo come punto di riferimento i principi dei  testi tradizionali; verranno prese in esame dalla preparazione,  attraverso esercizi introduttivi, all'esecuzione ed  alle varianti; verrà suggerita una progressione e gli accorgimenti tecnici utili affinché  ogni persona possa fruire dei benefici degli asana, compatibilmente con le diverse esigenze e possibilità individuali. 
• Metodologia Didattica: 10 ore
Si propone di mettere l’allievo in condizione di fare una sintesi e di integrare i concetti che apprende nelle varie discipline e di farli propri; la capacità di orientarsi tra i vari metodi di insegnamento. Come strutturare una lezione , e quando è opportuno o meno correggere l’allievo. 
• Anatomia, Fisiologia, Biomeccanica: 25 ore
Le conoscenze anatomiche e soprattutto fisiologiche degli apparati del corpo umano al fine di essere consapevoli, durante il movimento e l’assunzione degli asana e dei pranayama, del funzionamento del corpo nel suo insieme e delle interazioni psicofisiche prodotte dalle pratiche.
• Storia e Filosofia dello Yoga: 10 ore
Significato e origini dello Yoga. I diversi “darshana” (punti di vista) ,dallo Yoga preclassico radicato nella filosofia Samkhya e la sua  visione “dualista”, a quello post classico del Tantra Yoga e Hatha Yoga, radicati nel “non dualismo”. Le principali tradizioni dello Yoga. Cenni storici e conoscenza dei testi fondamentali. Studio degli  8 “anga” dello Asthanga Yoga di Patanjali.
• Osservazione e Assistenza:10
In questi “laboratori”, gli allievi si eserciteranno a condurre una lezione ai loro compagni di corso, sotto la supervisione e l’assistenza dei loro  docenti.
• Pranayama e Meditazione:25
Studio e pratica dei principali pranayama classici. Studio e pratica delle principali tecniche meditative, da Samatha a Vipassana.
• Creare Sequenze Yoga
Come strutturare una sequenza in funzione dello scopo che si vuole improntare alla pratica; in preparazione ad un’asana, secondo i movimenti della colonna vertebrale, per gravità.
• Nomenclatura Sanscrita degli asana: 5
Conoscenza dei termini più comuni dello Yoga e della nomenclatura sanscrita degli asana.
• Testi Classici Yoga:10 
Studio ed esegesi dei testi fondamentali quali l’Hatha Padripika, Gheranda Samhita, Yoga Sutras di Patanjali.
• Etica Professionale per Insegnanti di Yoga:5 ore


Durante il periodo di corso potranno essere proposti test di verifica o colloqui riguardanti l’apprendimento delle varie materie.
 

I docenti

La ventennale esperienza, la professionalità, il costante perfezionamento  degli insegnanti

Paolo Prunotto

Insegnante di Yoga

La sua passione per lo yoga nasce nel 1996 quando incontra  Swami Kriyananda, ultimo discepolo di Paramahansa Yogananda e fondatore della comunità Ananda di Assisi, avviandosi allo studio e alla pratica dello Hatha Yoga e della meditazione Kriya. Da sempre interessato alla conoscenza ed ai misteri della vita, alla filosofia, scienza e spiritualità, conduce la sua ricerca personale esplorando i diversi approcci allo yoga ed alle discipline olistiche (Reiki,Tecniche bioenergetiche, ). Approfondisce la sua formazione nell'ambito dello Yoga Classico di Patanjali e dei suoi otto anga (livelli) sotto la guida di maestri occidentali e orientali della tradizione Satyananda. Nel 2008 incontra il suo Maestro diretto, Lama Thubten Wangchuk con il quale studia il Tantra Yoga e la filosofia buddista Mahayana ricevendo preziosi insegnamenti e trasmissioni di antiche pratiche quali il Reiki tibetano e l'Autoguarigione Ngalso. Dal 2001 conduce lezioni di Hatha Yoga ed ha all'attivo centinaia di ore di insegnamento a bambini, adulti, disabili. Nel 2006 fonda l'Associazione Satynanda (attiva fino al 2014)  promuovendo la pratica e diffusione dello yoga nella città di Alba. Conduce laboratori  nelle scuole elementari del territorio e presta consulenza per il Consorzio Socio Assistenziale di Alba allestendo sessioni di rilassamento e tecniche energetiche. Iscritto al Registro Internazionale Yoga Alliance - Master Teacher Platinium Designation RYT 1500

Marina Demaria

Insegnante di Yoga

Ha esplorato i diversi aspetti della conoscenza approfondendo lo Hatha Yoga, Yoga Tradizionale, l'Ayurveda, il Tantra, vari aspetti della meditazione e discipline olistiche (Reiki, Pranic Healing, massaggio ayurvedico, costellazioni famigliari) per l'integrazione di corpo e mente. Diplomata presso l'Isyco (Istituto per lo studio dello Yoga e della cultura orientale) con il Patrocinio dell'Università di Torino, si è avvicinata a questa disciplina nel 1996 frequentando corsi post formazione e di perfezionamento con diversi insegnanti occidentali (tra cui Aurelia De Benedetti dell'Associazione Yogaksheman) e il Maestro indiano T.K. Sribhashyam, figlio di Sri T. Krishamacharya, il grande Maestro e fondatore di molti tipi di yoga moderno. Iscritta all'Albo Isyco. 

Per essere aggiornato sulle attività iscriviti alle nostre

NEWSLETTERS

Stampa Stampa | Mappa del sito Consiglia questa pagina Consiglia questa pagina
Studio SatyAnanda Yoga by Paolo Prunotto P.I.03589790041

Chiama

E-mail

Come arrivare